Come scegliere la chiave di ricerca da posizionare. Storia di Borgotradizioni

Come scegliere la chiave di ricerca da posizionare. Storia di Borgotradizioni. Partiamo da un evento che si svolge a Borgagne a inizio giugno: Borgoinfesta a Borgagne. In questo scritto parleremo di borgotradizioni e di borgoinfesta. Il secondo termine è molto cercato su internet, sembra strano ma è così, i creatori del progetto possono essere fieri del lavoro svolto finora, tanto che nel maggio 2015 il termine è stato cercato 110 volte, a giugno 70 volte. Nei mesi successivi la chiave di ricerca “borgoinfesta” ha una ricerca mensile pari a 10 volte, almeno fino ad aprile 2016.

Passiamo a borgotradizioni, il termine non ha ricerche e d’altronde non potrebbe essere diversamente, il sito che si occupa di questo progetto ha poco meno di 6 mesi di vita. Ora per posizionare il sito in questione, borgotradizioni, dobbiamo scegliere una serie di parole chiave. Ma quali scegliere, questo è il problema più serio. Quando parte un progetto del genere la parte più difficile è scegliere il nome del dominio e se è un marchio semisconosciuto è ancora più difficile ecco perchè il lavoro che è stato fatto per borgoinfesta è stato notevole anche perchè dieci anni fa nessuno conosceva il termine.

Nostro obiettivo ora è posizionare borgotradizioni, creato da due termini, appunto borgo+tradizioni. Siamo già coscienti che posizionare tradizioni è impossibile da posizionare considerando che il termine ha generato nell’aprile 2016 ben 790 ricerche mentre borgo è stato cercato nell’ultimo mese ben 3600 volte, ma il termine in combinazione non genera risultati. Con lo strumento di pianificazione delle parole chiave cerchiamo di farci dare qualche idea e le ideone suggerite potrebbero essere “salento tradizioni” (10 ricerche mensili) e “tradizioni salentine” (50 ricerche mensili) magari con una puntatina in “tradizioni natalizie nel salento” (meno di 10 ricerche mensili). D’ora in poi si dovranno creare dei contenuti con questi tre termini.